PARMA – ITALY

N.336

TELLARO – LERICI – ITALY

N.323

GROUND ZERO – NEW YORK – AMERICA

ground zero

N.161
“AMPLIFY LOVE, DISSIPATE HATE”

Il silenzio di Ground Zero è diverso da tutti gli altri silenzi. Il silenzio di Ground Zero è la somma di tutti i suoni del mondo.

Lo spazio innaturale tra i grattacieli mi pesa sulla schiena, sulle ossa, sui piedi e sulle suole delle scarpe mangiucchiate dall’asfalto.

Ho l’impulso vigliacco di scappare, infilarmi in un negozio di souvenir e perdermi tra le Statue della Libertà in miniatura, o nascondermi in una libreria e trovare rifugio nelle pagine della prima storia che mi capita a tiro. Ma le mie gambe non rispondono ai comandi e rimango ferma sul marciapiede, con gli occhi puntati su foto di sconosciuti, orsacchiotti e messaggi.

“Amplify love, dissipate hate” mi dicono tanti foglietti. E io penso che è davvero un bel consiglio da portarsi a casa.

“Amplify love, dissipate hate” mi sussurrano tutti quei volti. E anche se fallisco e non dissipo un bel niente, almeno ci devo provare.

“Amplify love, dissipate hate” ripeto a me stessa per tenermelo a mente. E a furia di sentirlo, magari lo ricordo. E a furia di insistere, magari una volta ci riesco.